Creatore di una bellissima fusione di mondi musicali nel suo ultimo album da solista, Right Now.
Il virtuoso, produttore e cantautore della chitarra jazz italiana di fama mondiale raggiunge con successo un delicato equilibrio tra jazz e pop. È naturale data la sua eredità di diverse collaborazioni musicali, che abbraccia la scrittura, la produzione e la riproduzione per tutti, da Cassandra Wilson, Dead Prez, Q Tip, Foxy Brown, K'Naan, Melanie Fiona, Tupac e Jennifer Lopez a Whitney Houston e Gipsy Kings . Tuttavia, nel suo ultimo disco, il divario è stato efficacemente colmato mentre le sue costolette impeccabili incontrano melodie irresistibili. Comprendendo interpretazioni di sei canzoni classiche e sei originali, dipinge un ritratto intimo della sua storia personale e fornisce anche uno sguardo al futuro. Dopo aver pubblicato l'acclamata collaborazione Another Country con Cassandra Wilson, ha iniziato a lavorare a Right Now all'inizio del 2012 con una nuova prospettiva. Da quando si è trasferito a New York dall'Italia nel 1991, si è consolidato come una presenza di primo piano nel mondo del jazz con pubblicazioni da solista tra cui This World Upside Down del 1999, Through My Eyes del 2004 e Inner Dance del 2010. Ha lavorato con importanti sostenitori del genere tra cui Al Foster, Randy Brecker, Roy Hargrove, John Patitucci Geroge Garzone, Cassandra Wilson, Claudia Acuna per citarne alcuni. Tuttavia, dal momento in cui ha iniziato le sessioni di Right Now con il bassista Tony Gray e il batterista Mino Cinelu, sapeva che questa raccolta si sarebbe distinta dal suo vasto corpus di lavori.

"Ho avuto la fortuna di avere due carriere, ma sono sempre state separate" ammette. "La mia carriera di cantautrice e produttore si è basata principalmente sulla musica popolare, mentre come artista discografico mi sono concentrato sul campo del jazz. Questa volta un altro Paese mi ha preparato a battere un po 'di terreno. Ho provato a scrivere jazz con un pop sentire. Questo è venuto fuori da una necessità spirituale per me. Volevo aprirmi. È molto diverso dal mio precedente lavoro di artista, ma è anche molto onesto ".
Quando ha catturato quell'onestà, ha invitato alcuni amici importanti a unirsi a lui in studio. In una sincera rivisitazione di "Waitin 'In Vain" di Bob Marley, la sua chitarra acustica ricca di sfumature e intricata si accorda con la consegna fluida e piena di sentimento di Shaggy e Res. La pista occupa un posto nel cuore di Sotti per una miriade di motivi.
"Tutti amano Bob Marley", afferma. "Dovevo fare qualcosa di speciale per questo però. A metà degli anni Novanta sono entrato nell'Aeronautica Militare in Italia perché era obbligatorio. Mi hanno stazionato al confine con la Jugoslavia nel bel mezzo della guerra." Mr. Boombastic "è arrivato. e la gente faceva esplodere Shaggy tutto il tempo. La canzone mi ha confortato durante un periodo molto buio e teso. Volevo che Shaggy facesse questo con me per questo motivo. Si è esibito dal suo cuore e la traccia mostra un lato diverso di lui Inoltre, Res suona fragile e comunicativo. Tutto si combina molto bene. " Lo stesso si potrebbe dire per la spavalda collaborazione con Ice T e M1 di Dead Prez su "The Wall" dei Pink Floyd. Il suo elegante arrangiamento musicale suscita una potente miscela di hip-hop e classica, fortificata da lampi di fuochi d'artificio strumentali.
"Ascolto 'The Wall' da quando avevo sette anni", ricorda. "Ero un emarginato perché tutto quello che mi interessava era la musica. Tutti in Italia pensavano che fossi pazzo. Quella canzone mi ha risuonato così tanto. Avevo anche 14 anni quando è caduto il Muro di Berlino. È stato un momento storico in cui due mondi si sono uniti e la Germania è stata di nuovo unita. Ice T e io volevamo attingere a quegli elementi sociali ed emotivi. Parla da solo ".
Alcuni sogni si sono avverati per Sotti quando ha registrato "Someone Else's Tears" insieme all'icona italiana Zucchero. Ha segnato la prima collaborazione di Zucchero con un musicista jazz da quando lavorava con Miles Davis, e il testo è stato scritto nientemeno che da Bono degli U2.
"In Europa, Zucchero è come Bruce Springsteen", prosegue. "Il duetto che ha fatto con Miles," Dune Mosse ", mi ha lasciato senza fiato. Vedere un cantante italiano con il mio idolo jazz è sempre rimasto nella mia mente. Ho contattato Zucchero quando stavo facendo questo album e mi ha suggerito di fare 'Someone Else's Tears '. È stato un grande onore a dir poco. "
In un altro punto dell'album, Melanie Fiona si unisce a lui per un'interpretazione acustica edificante di "The Wind Cries Mary" di Jimi Hendrix, mentre Isabella Lundgren, recentemente firmata per l'etichetta dell'artista Sotti Records, si unisce a lui per una reimmaginazione blues e dolce degli U2 " Uno."
Continua: "Guardavo sempre il nastro VHS di Rattle and Hum. Racconta la storia di quando gli U2 andarono in America. Sognavo ogni giorno di fare il mio viaggio negli Stati Uniti. Alcuni anni dopo, io È stato incredibile lavorare sulla canzone con Isabella. Credo immensamente in lei e abbiamo una grande chimica ".
Poi, c'è il galoppante strumentale originale "Cavallino Rampante". I battiti delle mani sottolineano la sua appassionata presa con le dita mentre comanda agilmente la tastiera. Espandendo la sua tavolozza sonora, è anche la sua primissima melodia in stile flamenco in assoluto.
"L'ho dedicato a Enzo Ferrari", sorride. "Crescendo in Italia, impari a riconoscere una Ferrari prima di poter scrivere. Poi, diventi un musicista di successo e puoi effettivamente possederne una e gareggiare. C'è tutta questa adrenalina, passione, bellezza e raffinatezza associate a quella macchina. Volevo trasmettere quell'emozione e dedicarla a un connazionale ". Nel complesso, Right Now racchiude un certo ethos per Sotti. Mentre il mondo continua ad accelerare e si preoccupa per quello che ci aspetta, sta sollecitando l'esatto contrario. Conclude: "Dove si trova la società in questo momento, tutti sono impazziti per il futuro. Voglio che le persone si immergano in un viaggio pacifico quando ascoltano questo album e provano a godersi il momento. Spero che tutti possano unirsi a loro. io lì adesso. "
Right Now uscirà il 14 maggio 2013. È stato registrato ai Fabrizio's Sotti Studios di New York e mixato ai Piety Studios di New Orleans dal leggendario ingegnere John Fishbach. Fabrizio ha prodotto e arrangiato tutte le canzoni dell'album.

195 Montlhy listeners

782 Followers

17K Followers

Contatti

Mappa del sito

Seguici

New Age Productions Srls

Via Centuripe 11 -

00179 Rome, Italy

info@newageproductions.it

+39 06 331 4471

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube

© Copyright 2020: New Age Productions Srls - P.Iva 15519241002